19/01/2020 – Simona De Rosa Trio

19/01/2020 – Simona De Rosa Trio

domenica, 19 gennaio 2019

ore 11.00

Simona De Rosa Trio

con
Simona De Rosa – Voce
Alessio Busanca – Hammond
Luigi Del Prete – Batteria

Simona De Rosa rappresenta una delle voci più eclettiche e versatili del panorama jazz internazionale. Dopo cinque anni trascorsi a New York tra locali fumosi pregni di jazz e storia musicale, Simona si trasferisce in Asia, prima in Vietnam e poi in Cina dove oggi è docente di canto jazz presso il Conservatorio di Pechino. Durante quest’ultimo anno ha cominciato a comporre ed arrangiare guidata dalle influenze musicali assorbite durante gli ultimi anni in giro per il mondo. Il concerto infatti proporrà brani originali della cantante e personali interpretazioni di canzoni internazionali. Ad accompagnarla ci saranno Alessio Busanca all’organo hammond e Luigi Del Prete alla batteria.

VI ASPETTIAMO!
Mostra Artistica di Pasquale Manzo
“PCI… ovvero Pulcinella Circense Incantatore

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Posti Disponibili: 80
Evento con sottoscrizione di 15,00 €

PARCHEGGIO
Garage Via Foria (di fronte la Caserma Garibaldi)
Dite dello Spazio ZTL
Chiusura prevista alle 01.00

PER PRENOTARE:
392.3915529 – 081.0331974
prenota@zurzoloteatrolive.it

Biografia Simona De Rosa
In giovanissima età si trasferisce a New York per conseguire un Master in Jazz Performance presso il prestigioso Queens College studiando con Michael Mossman, Antonio Hart, Charenee Wade e David Berkman. Da subito si esibisce sui palchi dei jazz club, teatri e festival americani mantenendo parallelamente la sua regolare attività artistica in Europa. Diversi sono stati i riconoscimenti in campo artistico e sociale. Nel 2009 viene premiata da Franco Piana come vincitrice assoluta del concorso per cantanti di Big Band alla Casa del Jazz. Lo stesso anno vince la borsa di studio Dennis Inrwin durante i seminari di Laurino Jazz ed è finalista del concorso internazionale Voicingers in Polonia. Nel 2014, durante il concerto 41st parallel presso il LeFreak Concert Hall, viene premiata dal sindaco di Nassau Country Ed. Mangano e dall’ AIAE Association per la divulgazione della musica italiana negli USA e per la costante attività artistica nella comunità italo-americana; subito dopo viene invitata cantare in diretta nazionale per il canale nazionale americano ABC7 durante Columbus Day Parade. Lo stesso anno è solista dell’ orchestra diretta da Randall Keith Horton in tributo a Duke Ellington con l’opera “Brown, Black and Beige”. RAI Community nel 2013 le dedica un servizio girato nel famoso jazz club di New York “Zinc Bar”. Dal 2014 è Ambasciatrice della Regione Campania nel Mondo. Nel 2015 incide Waves, il suo album di debutto per lʼetichetta discografica Picanto Records. L’ album, concepito e maturato durante i live viene registrato insieme a Michele Di Martino, Tommaso Scannapieco e Luigi Del Prete. Il disco è valorizzato ed impreziosito dalla presenza di uno dei sassofonisti più apprezzati sulla scena musicale europea: Daniele Scannapieco. Viene presentato Italia e allʼ estero (USA, Cina, Germania). Lo stesso anno incide My Travel, un tributo alla canzone classica napoletana. L’album viene arrangiato, registrato e prodotto a New York dal chitarrista Gennaro Esposito. Parallelamente agli studi musicali, Simona approfondisce gli quelli in Scienze della Terra conseguendo una laurea in Geologia. Due passioni confluite in un unico progetto durante un performance alle Nazioni Unite di New York per la Conferenza Mondiale sullo sviluppo sostenibile degli oceani. Il 2018 rappresenta per Simona l’anno del cambiamento e della scoperta. Le viene proposto di trasferirsi in Vietnam per tre mesi con un contratto da Jazz Diva al LeClub, prestigioso jazz club della capitale. Durante la sua permanenza in Asia, Simona scopre uno stile di vita affascinante e completamente diverso da quello al quale era abituata nell’estremo occidente in America tale da decidere di restare un altro mese in Asia. Organizza il suo primo ASIA TOUR, un giro di un mese che la porta ad esibirsi nelle principali città asiatiche: Shanghai, Pechino, Hong Kong e Singapore per un totale di venti concerti e sei Masterclass. Ultima tappa del tour da dove tutto era cominciato: Hanoi, Vietnam. La Mingkwon Entertainment la sceglie come voce internazionale per il progetto audio/video GIỮ LẤY TUỔI THƠ/Children’s Hope contro l’abuso sui minori in Vietnam. Poco dopo Simona si trasferisce definitivamente in Cina a Pechino dove le viene offerto un contratto per insegnare canto jazz presso il prestigioso Beijing Contemporary Music Academy. Da subito è la cantante più richiesta della capitale cinese e non solo. Oggi Simona canta in italiano, inglese, spagnolo, napoletano, vietnamita e cinese ed è la prima insegnante di canto jazz italiana in Cina.

Lascia un commento

Chiudi il menu