Corpo docenti
Angelo Beneduce

Angelo Beneduce

A tre anni mi arrampicavo su una sedia e mettevo sul giradischi i pezzi di Mina e Gino Paoli; qualche anno dopo una tastierina minuscola è diventata mia fedele compagna.
La Musica mi segue praticamente da sempre, il mio primo ricordo è una canzone, il Cielo in una stanza per la precisione...

La Musica (assieme all'Arte e alla Bellezza) come rimedio per le miserie umane, ma anche come potente veicolo di comunicazione a tutti i livelli dell'esperienza.
La Filosofia mi ha insegnato a pormi delle domande; lavorare con i bambini invece mi ha insegnato che esiste una ricchezza immensa custodita nella curiosità e pronta ad esplodere con lo stupore.

allegato Scarica il Curriculum Artistico.

Spazio in costruzione

Mariagrazia Cappabianca

Spazio in costruzione.



Luigi Romolo Carrino

Luigi Romolo Carrino

Spazio in costruzione.



Fabio D'Onofrio

Maria Domenica Castrì

Quando ero piccola i miei nonni avevano un giardino con tante bellissime piante colorate e profumate diverse per ogni stagione. Un enorme albero di albicocche che in primavera diventava una nuvola rosa mi accoglieva tra i suoi rami con mille acrobazie. In quel giardino abitavano i miei sogni e trovavano pace le mie inquietudini. Questo amore per la Natura diventò presto rispetto e venerazione per il Creato. Nello stesso periodo le bellissime storie e immagini provenienti dal Giappone mi facevano intuire il forte legame del popolo giapponese con la Natura e la bellezza delle loro arti. Tra queste l’Ikebana subito richiamò la mia attenzione perché in essa sentivo di poter raggiungere quell’equilibrio e quella armonia che trovavo nel giardino della mia infanzia. Non sapevo quando intrapresi questa “VIA” che, più di tutti i miei studi e le mie esperienze lavorative, proprio l’IKEBANA avrebbe fatto crescere il mio IO aiutandomi a rafforzare e definire la mia dimensione. Ancora oggi, ogni composizione che mi accingo a realizzare è in realtà una sfida, a volte durissima, con me stessa e alla fine della quale sento di aver aggiunto un altro tassello alla mia crescita personale. L’Ikebana della Scuola Sogetsu, mettendo in risalto le capacità e la creatività di ognuno di noi, al di là di conformismi o regole estetiche rigide, permette di fare di questa arte un’espressione artistica calibrata sull'individuo e quindi estremamente personale. Attraverso una ikebana ci presentiamo agli altri ed entriamo in armonia con l'Universo.

Il motto di Sofu Teshigahara, fondatore della Scuola Sogetsu, era ed è tuttora: "Chiunque può fare ikebana, in qualsiasi momento, in qualsiasi luogo e con qualsiasi materiale".

"Anytime anywhere anyone with any kind of materials" – Sofu Teshigahara



allegato Scarica il Curriculum Artistico.

Fabio D'Onofrio

Fabio D'Onofrio

Spazio in costruzione.



allegato Scarica il Curriculum Artistico.

Umberto Guarino

Umberto Guarino

Spazio in costruzione.



allegato Scarica il Curriculum Artistico.

Domenico Matania

Domenico Matania

Ho sempre concepito il mio strumento tenendo conto della sua enorme capacità espressiva. La fisarmonica non è solo strumento per feste di piazza di paese, è molto di più. Fin da piccolo più che ai grandi virtuosi dello strumento, ho sempre preferito i fisarmonicisti che riuscivano a comunicare emozioni. La fisarmonica nel pop, come nel jazz, consente di esplorare sonorità inusuali, ancora nascoste. Nel mio piccolo un mio grande obiettivo è accompagnare il mio strumento ad uscire dal guscio “folkloristico” a cui troppo spesso è destinato. Il segreto sta nel mantice …



allegato Scarica il Curriculum Artistico.

Mario Nappi

Mario Nappi

Spazio in costruzione.



allegato Scarica il Curriculum Artistico.

Alessia Nastri

Alessia Nastri

Spazio in costruzione.



allegato Scarica il Curriculum Artistico.

Paolo Palapoli

Paolo Palapoli

Sono una persona entusiasta della vita, curioso di conoscere… un esploratore della musica e delle emozioni che questa ti può regalare.

La musica è bella perché è varia!!! Quindi mi piace molto la contaminazione, anche se, dopo gli esordi rock, blues e pop ho un amore sviscerale per il jazz, in tutte le sue forme, dalla tradizione all'avanguardia.
Sotto questa etichetta ci faccio rientrare tutta la musica creativa, che abbia dentro dell'improvvisazione, ovvero un discorso con gli altri o anche solo con se stessi, regalando un emozione a chi ti ascolta.

Quando suono immagino il concerto jazz un poco come un foglio bianco!!! Magari sai quello che vuoi scrivere, ma non sai come lo farei, ecco io tento di trasferire questo quando insegno, ovvero la mia passione, le mie esperienze e le mie conoscenze, la mia professionalità, il resto lo devi scrivere tu mettendoci le tue emozioni…

allegato Scarica il Curriculum Artistico.

Marina Peccerella

Marina Peccerella

Spazio in costruzione.



MariaEmanuela Renno

MariaEmanuela Renno

Ho sempre creduto in due cose: che la voce sia uno degli strumenti più potenti che siano stati dati all'essere umano per esprimere se stessi e che, la voce dei bambini, sia il suono più divertente ed esilarante a cui dare spessore.
Allora mi sono chiesta: perché non cercare di unire le due cose?

Insegnare musica ai bambini mi dà la possibilità di utilizzare la voce per uno scopo che ritengo necessario in questo mondo: sentire il riso spensierato di un bambino che si diverte.
Perché la musica? Ho dimenticato di dire la terza cosa in cui ho sempre creduto: che la musica è il mio mondo magico, nel quale quei suoni che slegati non hanno senso, insieme acquistano un significato profondo di unione con il tutto.

allegato Scarica il Curriculum Artistico.

Raffaella Tirelli

Raffaella Tirelli

Ho sempre creduto in due cose: che la voce sia uno degli strumenti più potenti che siano stati dati all'essere umano per esprimere se stessi e che, la voce dei bambini, sia il suono più divertente ed esilarante a cui dare spessore.
Allora mi sono chiesta: perché non cercare di unire le due cose?

Insegnare musica ai bambini mi dà la possibilità di utilizzare la voce per uno scopo che ritengo necessario in questo mondo: sentire il riso spensierato di un bambino che si diverte.
Perché la musica? Ho dimenticato di dire la terza cosa in cui ho sempre creduto: che la musica è il mio mondo magico, nel quale quei suoni che slegati non hanno senso, insieme acquistano un significato profondo di unione con il tutto.

allegato Scarica il Curriculum Artistico.

Marco Zurzolo

Francesca Zurzolo

Il canto rappresenta una forma altissima di comunicazione.
La possibilità di superare uno strumento intermediario e divenire in prima persona strumento musicale è un'avventura unica.
Ogni volta che una persona mi chiede di imparare a cantare, per la mia esperienza di didatta, la domanda si traduce in: "aiutami a venir fuori, aiutami a comunicare, aiutami a trovare il mio suono".

Dunque chiunque può affrontare un percorso di formazione vocale; sta all’insegnante in seconda battuta, la capacità di orientare le scelte e definire gli orizzonti in cui tutto questo andrà ad inscriversi.

allegato Scarica il Curriculum Artistico.

Marco Zurzolo

Marco Zurzolo

Spazio in costruzione.



allegato Scarica il Curriculum Artistico.